Feeds:
Articoli
Commenti

guarda nardini maxillo facciale

L’intervento su un bambino di un anno al Ca’ Foncello di Treviso è unico in Italia, e fra i pochi al mondo. Il piccolo paziente, affetto da una rara e grave malformazione congenita al cranio (plagiocefalia) che colpisce una persona su diecimila, è stato sottoposto a un’operazione chirurgica a quattro mani, presso la neurochirurgia dell’ospedale di Treviso, dalla neurochirurga pediatrica Marina Mazzucco e dal chirurgo maxillo facciale Luca Guarda Nardini.

In pratica, al bimbo si era saldata prematuramente la sutura coronale, la zona elastica che permette la crescita del cranio nei primi anni di vita. La testa del piccolo era deformata e asimmetrica, con gravi ripercussioni non solamente estetiche: la malformazione impediva lo sviluppo armonico del cervello.
«Il trattamento di questo piccolo paziente è qualcosa di assolutamente innovativo. Mi congratulo con i dottori Guarda Nardini e Mazzucco e tutto il team che ha partecipato alla programmazione ed esecuzione dell’intervento per esser stati protagonisti di questo nuovo e importante traguardo nella storia della nostra sanità», ha commentato il direttore generale Giorgio Roberti. Il bambino è tornato a casa dopo sei giorni di degenza e continuerà ad essere assistito dall’USL 9 fino all’adolescenza.

click articolazione temporo mandibolare

osas4

Il click articolazione temporo mandibolare , particolarmente ai muscoli masticatori e/o all’articolazione stessa, è il sintomo più comune.
Altri possibili sintomi sono:
-Limitazioni dei movimenti o “lock” della mandibola;

-Dolore irradiato alla faccia, collo o spalle;

-Click dolorosi, rumori articolari di scroscio aprendo e chiudendo la bocca;

-Improvviso cambiamento dell’occlusione dentaria.

LA TERAPIA  ODONTOIATRICA-MAXILLO FACCIALE  DEI DISTURBI-TEMPORO  MANDIBOLARI   E’ LA PIU’ VARIA E COMPRENDE:
– CONSIGLI
– FISIOTERAPIA
– TRATTAMENTO FARMACOLOGICO
– BITE
– TRATTAMENTI OCCLUSALI
– ARTROCENTESI-ARTROSCOPIA
– CHIRURGIA  ARTICOLARE
– CHIRURGIA ORTOGNATICA
– ALTRA CHIRURGIA
– TOSSINA BOTULINICA

DOLORE FACCIALE

Dolore-mandibola

I dolori dell’articolazione temporo-mandibolare sono la causa più comune  di dolore non-dentale  nella regione orofaciale,
Hanno una Etiologia Multifattoriale.
Interessano il10% delle donne e il 6% degli uomini di tutte le età.
Si calcola che ne siano affette 450 milioni di persone adulte nel mondo.
Annualmente dall’1% al 3% della popolazione richiede un consulto professionale per sintomi all’ articolazione  temporo-mandibolare,
Il Decorso di tale patologia è favorevole, cronico, con fluttuazione dei sintomi.
Ai fini terapeutici  fondamentale  è il corretto inquadramento diagnostico.

Chirurgia ortognatica a Padova, Treviso e Venezia

bruxismo1

L’obiettivo della chirurgia ortognatica è la correzione di una ampia varietà di anomalie delle mascelle e della faccia producendo oltre alla correzione della malocclusione anche favorevoli cambiamenti estetici e altri benefici: la masticazione, la respirazione e la parola risultano spesso migliorati.

Le modificazioni facciali del viso per una riabilitazione estetica non sono in contrasto con le necessita’ funzionali della muscolatura quando il caso viene correttamente interpretato e programmato

bruxismo sintomi e terapia

Il bruxismo è un’attività ripetitiva dei muscoli della mandibola caratterizzata dal serramento o digrignamento dei denti e/o dalla tensione in posizione fissa della mandibola. Il bruxismo ha due distinte manifestazioni in relazione al ritmo circadiano: può avvenire durante il sonno (indicato come bruxismo del sonno) o durante la veglia (indicato come bruxismo della veglia).
bruxismo1

Il sistema masticatorio, costituito dalla sinergica relazione che intercorre tra
occlusione dentale, muscoli masticatori e articolazione temporomandibolare
(ATM), può essere paragonato ad una bilancia con i rispettivi pesi in equilibrio:
da una parte gli agenti nocivi ed i carichi a cui il sistema è sottoposto
(funzione e parafunzione, presenza di malattie sistemiche articolari, sensibilità
allo stress, ecc.), dall’altra i fattori che ne controbilanciano l’e@etto
influendo sulla capacità individuale di adattamento e compenso (es: caratteristiche
scheletriche ed occlusali; presenza/assenza di malattie sistemiche
e/o disordini psicosociali di tipo ansioso o a@ettivo).

bruxismo2

 

Fino a quando il sistema rimane in condizione di equilibrio, il paziente non riporterà sintomi
o disturbi funzionali riconducibili a patologie proprie delle strutture muscolo-
scheletriche (es: patologie articolari infiammatorie e/o degenerative, algie
muscolari, limitazioni del range di movimento). Se invece la sommatoria
degli e@etti causati dagli agenti nocivi durante un dato periodo di tempo
eccede la soglia di tolleranza individuale, o se nello stesso periodo di tempo
la capacità di adattamento del sistema diminuisce, lo stato di equilibrio verrà
meno, determinando l’instaurarsi di patologia.

Il bruxismo3

Dolori mandibolari e patologie articolazione temporo mandibolare


atm 2

Il dolore all’ATM può avere origini diverse. Più frequentemente è dovuto a un’infiammazione dell’articolazione, e la causa può essere un trauma acuto alla mandibola, ad esempio in seguito ad un pugno, o una caduta, oppure in seguito ad un incidente stradale; oppure un trauma di minore intensità ma protratto nel tempo legato a bruxismo, una scorretta occlusione dentale o dislocazione del disco articolare.

Masticazione-1
Il bruxismo è l’abitudine di stringere, serrare o digrignare i denti. Questa attività è presente soprattutto durante il sonno, anche inconsapevolmente, e soprattutto nei periodi di maggiore stress o tensione. Può sollecitare in modo eccessivo le ATM e causarne l’infiammazione.
Una occlusione dentale scorretta invece, può causare infiammazione quando costringe la mandibola ad assumere una posizione non fisiologica. BruxismoInfatti la posizione della mandibola dipende dalla posizione dei nostri denti: noi possiamo chiudere la bocca solo nel modo in cui i denti “combaciano” tra loro. A volte questa posizione è diversa dalla posizione corretta, in questi casi la mandibola può trovarsi troppo in avanti, troppo indietro, o spostata lateralmente. Se ad esempio la mandibola si trova troppo indietro è più facile che ci sia una maggiore sollecitazione delle ATM e che quindi si possano infiammare. Tale eventualità diventa più probabile se oltre all’occlusione dentale scorretta è presente anche bruxismo.

articolazione temporo mandibolare
In alcuni casi il disco articolare si trova dislocato, cioè spostato dalla sua posizione, in genere in avanti e verso un lato. In questa condizione vengono sollecitati maggiormente i tessuti che si trovano dietro il disco, che sono ricchi di nervi e vasi sanguigni, e questo può favorire l’insorgenza di un’infiammazione articolare (vedi figura a lato).

Gli impianti dentali a Padova e Treviso ci occupano di creareo radici artificiali degli elementi dentali che vengono usati in seguito alla perdita di uno o più denti o alla loro agenesia.impianti dentali.

servizi_implantologia

La mancanza di uno o più denti può essere ricondotta a diverse cause:

–  Agenesia dentale: mancanza congenita di uno o più elementi dentali
–  Perdita per trauma
–   Perdita per patologia cariosa
–  Perdita per malattia parodontale

 

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.