Feeds:
Articoli
Commenti

La Chirurgia maxillo facciale si interessa delle fratture riportate in incidenti sulla strada, sul lavoro, da percosse, sportivi; altro interesse fondamentale riguarda i tumori che si localizzano nel cavo orale e nelle strutture facciali in genere, anche perché sono frequenti e spesso devastanti; i tessuti interessati dai tumori, che possono essere maligni o benigni, sono più frequentemente la mucosa del cavo orale, l’osso dei mascellari e delle strutture facciali, le ghiandole salivari, i nervi, i muscoli e i vasi.

chirurgia maxillo facciale

Annunci

Il russamento e le apnne del sonno sono caratterizzate da un’incompleta chiusura delle vie aeree superiori durante il sonno ed il rumore respiratorio deriva dalla vibrazione delle strutture del palato molle o dell’ipofaringe. Quando l’aria inspirata trova difficoltà a passare nelle vie aeree superiori (naso e gola) parzialmente chiuse crea un flusso turbolento che mette in vibrazione i tessuti molli della faringe (gola) : palato molle, ugola, pilastri palatini e base della lingua.
Dalla vibrazione di queste strutture si genera il rumore russatorio che segnala una difficoltà respiratoria nel sonno con importanti implicazioni sulla salute e un impatto negativo sulla vita di coppia.
Russare è quindi indice di una parziale ostruzione delle vie aeree superiori (naso e gola)durante il sonno; quando l’ostruzione diviene completa la respirazione si interrompe e si genera un’ apnea. Se tale evento si verifica un certo numero di volte per ogni ora di sonno si configura il quadro della Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (nota con l’acronimo anglosassone OSAS, Obstructive Sleep Apnea Syndrome).

Russare e Apnee Notturne del Sonno è quindi indice di una parziale ostruzione delle vie aeree superiori (naso e gola)durante il sonno; quando l’ostruzione diviene completa la respirazione si interrompe e si genera un’ apnea. Se tale evento si verifica un certo numero di volte per ogni ora di sonno si configura il quadro della Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (nota con l’acronimo anglosassone OSAS, Obstructive Sleep Apnea Syndrome).

Il dolore mandibolare è dovuto a un’infiammazione dell’articolazione, e la causa può essere un trauma acuto alla mandibola, ad esempio in seguito ad un pugno, o una caduta, oppure in seguito ad un incidente stradale; oppure un trauma di minore intensità ma protratto nel tempo legato a bruxismo, una scorretta occlusione dentale o dislocazione del disco articolare.

Masticazione-1

Non sempre è possibile determinare l’esatta causa dei disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare, ma si ritiene che un fattore importante sia il sovraccarico di lavoro a cui i muscoli masticatori sono sottoposti. In particolare in situazioni fisiche e mentali molto stressanti, contrazioni prolungate dei muscoli masticatori, oltre a sottoporre le articolazioni mandibolari ad uno sforzo eccessivo e continuo, possono dar luogo a tensione muscolare e spasmi, iniziando un circolo vizioso, che se non interrotto può portare, in alcuni casi, ad un disturbo cronico. Altri fattori aggravanti possono essere digrignamento e serramento dei denti (bruxismo), traumi, artriti, problemi di occlusione ed altri problemi dentali od una combinazione di più fattori.

articolazione temporo mandibolare

 

L’implantologia immediata rappresenta il ramo più recente della continua ricerca odontoiatrica, ed ha ormai raggiunto livelli di sicurezza, affidabilità e predicibilità di successo nel tempo, così da renderla come ottimale per la maggior parte dei casi di sostituzione di elementi dentali naturali persi, nei pazienti adulti, e a qualsiasi età, anche a costi contenuti.

https://disfunzionicraniomandibolari.files.wordpress.com/2015/06/servizi_implantologia.jpg?w=500

L’implantologia immediata permette di posizionare alcuni impianti dentali e di posizionare subito dopo (entro 24 ore) una protesi provvisoria fissa, senza quindi aspettare i due o tre mesi di guarigione. Questa pratica clinica sostituisce la tecnica dell’implantologia a carico differito, che fino a pochi anni fa era una delle pratiche più utilizzate in odontoiatria: l’inserimento di un impianto dentale per la sostituzione di un dente mancante, richiedeva anche una certa quantità di osso (innesto osseo dentale).

Il dolore alla mandibola, che a volte si estende anche all’orecchio destro e si manifesta soprattutto durante la masticazione, può essere molto fastidioso. Si tratta di un disagio che può essere ricorrente. A chiunque sarà capitato: apriamo la bocca, ci fa male la mascella e a volte sentiamo una maggiore sensazione dolorosa soprattutto al risveglio. Di che cosa si tratta? Potrebbe essere anche un problema all’articolazione temporomandibolare, che unisce mandibola e cranio. Talvolta questa giuntura si può danneggiare, specialmente se soffriamo di bruxismo e quindi abbiamo l’abitudine di digrignare i denti.

gnatologo-padova

La sensazione di dolore che proviamo può essere anche di natura ossea. Si potrebbe trattare infatti di una forma di artrosi. In questo caso proviamo un vero e proprio blocco quando compiamo il movimento mandibolare e abbiamo delle difficoltà a masticare.

L’osso dell’essere umano ha una  buona capacità di rigenerazione, ovvero di ricrescita. Tuttavia, molto spesso si deve ricorrere ad una vera e propria ricostruzione, con innesto osseo dentale che vada a sostituire la parte mancante. Questo avviene anche in bocca, in diversi casi dovuti a malattia, danni ossei, rialzo del seno mascellare o estrazioni dentali difficili, con impianti successivi che non trovano sufficiente materiale di ancoraggio.

L’inserimento di un impianto dentale per la sostituzione di un dente mancante, richiede una certa quantità di osso. In diversi casi l’osso può mancare e le cause possono essere naturali o le estrazioni non corrette. Una di queste è l’estrazione stessa, che infatti, può causare un riassorbimento osseo pronunciato soprattutto se si lascia passare molto tempo.

CAUSE DOLORE MANDIBOLA: MANDIBOLA BLOCCATA E LUSSAZIONE ALLA MANDIBOLA

mandibola

Le cause principali di dolori alla mandibola e lussazioni alla mandibola e mascella bloccata sono una malocclusione (denti che non combaciano perfettamente) abbinata ad un periodo di stress con possibile serramento dei muscoli della masticazione o digrignamento. Queste cose possono portare al dolore della articolazione. Ci vuole la visita di un dentista che si occupi di ortodonzia e gnatologia.

I click mandibolari, i rumori di sfregamento, i blocchi in apertura o in chiusura della bocca, la deviazione della mandibola quando si apre, sono tutte espressioni di una sofferenza del sistema articolare e più specificamente di una incoordinazione fra menisco ed articolazione che determina degli “inciampi”.
Le cause possono essere molteplici e possono spaziare da malattie degenerative ad artriti, ma anche più semplicemente a malposizioni della mandibola che lavora con un alterato combaciamento.

SCELTE DI TRATTAMENTO

Conservativo:
gnatologico-protesico
fisioterapia dell’ATM
riabilitazione psicologico/psichiatrica
iniezioni di agenti all’interno dell’ATM, dei legamenti e del tessuto bilaminare